martedì 26 agosto 2014

Taboulè



Molti non conosceranno questa ricetta, almeno io non la conoscevo fino a quando non sono andata a vivere a Strasburgo e ho conosciuto una coppia di amici iraniani che hanno preparato questo piatto ad una delle tante cene organizzate all'insegna della convivialità, del buon umore e dello stare bene insieme! Quanti bei ricordi, e ognuno di questi ricordi spesso associato ad una ricetta, in maniera tale da riviverli con piacere ogni volta che realizzo nuovamente una di queste ricette per delle occasioni particolari. 
Questa ricetta è annotata sul mio libro come Taboulè di Mariam, la dolce signora che quando mi indicò come realizzarlo, la prima cosa che mi disse fu "armati di tanta pazienza".
La ricetta in se è semplicissima da realizzare e prevede ingredienti ancora più semplici, ma perchè il Taboulè sia perfetto è necessario tagliuzzare molto finemente le verdure, in maniera che queste si amalgamino al tutto in maniera ottimale e questo richiede naturalmente un pò di tempo! Altro punto importante: preparare almeno un giorno prima il Taboulè, in maniera da permettere alla semola di gonfiarsi e alle verdure di rilasciare tutti i loro aromi. 
Questa preparazione è ottimale per un pranzo sulla spiaggia, o come accompagnamento ad una bella grigliata di carne o di pesce. Vi stupirete della sua bontà e del fatto che con soli 500 gr di semola riuscerete a sfamare dalle 15 alle 20 persone.


Taboulè

Ingredienti

  • semola media per cous-cous 500 gr
  • succo di 6 limoni
  • 1 Kg pomodori
  • 1-2 cetrioli 
  • uvetta 125 gr
  • 2 peperoni verdi (cornetti)
  • 2-3 cipolle
  • prezzemolo
  • basilico
  • menta
  • 3 cucchiai di olio d'oliva
  • sale e pepe 

Modalità di preparazione

Mettere la semola in una ciotola molto capiente, e versateci subito il succo dei limoni. Iniziare a tagliare le verdure a cubetti molto piccoli e aggiungerle con il loro succo alla semola. 



Aggiungere tutte le spezie, l'uvetta precedentemente lavata e l'olio. Far macerare per 24 ore in frigo. L'indomani verificare la consistenza del preparato, se troppo secco aggiungere succo di limone e olio d'oliva q.b.. Servire freddo e........







buon appetito!

giovedì 7 agosto 2014

Cheesecake al cioccolato fondente

 

Perchè un altro post sul cheesecake? Perchè è un dolce molto facile da reallizzare, fresco e che si presenta bene (anche l'occhio vuole la sua parte!). Volevo inoltre sperimentare subito delle modifiche che mi erano state suggerrite da chi ha assaggiato la prima versione di cheesecake al cioccolato bianco, e devo dire che anche la seconda versione ha soddisfatto i palati! Anche questa cheesecake è senza cottura, ma se volete dare al fondo un nota più croccante, seguite le istruzioni della ricetta.

 

Cheesecake al cioccolato fondente

 

Ingredienti

Per la base
  • biscotti al burro 200 gr (o biscotti secchi)
  • lamelle di mandorle tostate 30 gr
  • miele 1 cucchiaio
  • burro fuso 125 gr

Per il ripieno
  •  formaggio cremoso spalmabile a temperatura ambiente 500 gr (potete anche utilizzare marche vendute presso i discount, sono ottime quanto quelle più vendute e pubblicizzate)
  • zucchero semolato 150 gr
  • panna fresca 250 gr
  • gelatina in fogli 12 gr (sciolta in 50 gr di acqua bollente)
  • pasta nocciole 80 gr (o crema novi 160 gr)
  • cioccolato fondente fuso 200 gr (a vostro piacere potrete optare anche per del cioccolato al latte)

 Modalità di preparazione

Per la mia cheesecake al cioccolato ho utilizzato una tortiera a bordo apribile del diametro di 24 cm, ma credo che anche una misura leggermente più grande possa andare bene, in quanto lo strato cremoso è risultato forse un pò troppo alto! 
Imburra la tortiera.

Base
Sbriciola i biscotti oppuri passali al mixer. Unisci tutti gli ingredienti in una ciotola e mescola per bene.

 
Versa il composto ottenuto nella tortiera, distribuisci in maniera omogenea e pressa per bene con il bordo di un cucchiaio. Metti a raffreddare in frigo o ancora meglio nel congelatore!
Se vuoi ottenere un fondo più croccante, passa la teglia in forno a 160°C per 15-20', lascia raffreddare e metti in frigo.

Ripieno
Lavora il formaggio con lo zucchero con le fruste di un frullino, fino ad ottenere un composto omogeneo. Aggiungi la panna e continua a frullare fino ad amalgamare il tutto. Unisci la gelatina sciolta,  infine il cioccolato fuso insieme alla pasta nocciola. Se usi la crema novi, mescolala al cioccolato fuso prima di aggiungerla ai formaggi.  Il composto deve risultare liscio.

Versa il composto sulla base e scuoti un pò lo stampo per livellare la superficie del ripieno. Fai attenzione a procedere in fretta, perchè il cioccolato fuso tende a far rapprendere più rapidamente il composto. Metti in frigo a rassodare per alcune ore o meglio ancora per tutta la notte. 
Servire distribuendo sulla superficie del cioccolato fuso (meglio se fondente) oppure frutti di bosco fatti addensare con un pò di zucchero e un pò di limone.


P.S.: perchè crema novi e non nutella? Non faccio pubblicità, ma voglio solo rendere i consumatori più attenti a quello che mangiano. La crema novi contiene un'alta percentuale di nocciole, superiore al 40% e non contiene grassi aggiunti, ma in particolar modo non contiene grassi vegetali (il tanto odiato olio di palma). Sono dell'opinione che se decidiamo di fare dolci in casa, in teoria genuini, dobbiamo prestare molta attenzione alle materie prime che utilizziamo, per evitare di preparare dolci che di genuino hanno ben poco!